top of page
Cerca
  • Immagine del redattorePFL Group

LE PROFESSIONI DEL FUTURO: QUALI SONO LE LAUREE PIÙ RICHIESTE?

Nulla di statico e facilmente prevedibile: il mondo del lavoro è in continuo mutamento e le figure professionali che saremo chiamati a svolgere in un prossimo futuro tendono sempre più ad adattarsi alla richiesta dinamica delle imprese per far fronte alla competitività globale.

Certo è che il fabbisogno occupazionale dei settori privati e pubblici entro il 2025 è compreso tra i 3,5 e i 3,9 milioni di lavoratori: l’idea di un mercato saturo di laureati è solo un falso mito.

E dunque, quali sono i mestieri del futuro e quali i corsi di laurea più richiesti nei prossimi cinque anni?

Economia e Giurisprudenza sono le lauree del futuro, seguite da Ingegneria e Medicina. Nell’ordine saranno richiesti circa 40.000 laureati nell’area Economico-Statistica, Giuridica e Politico-Sociale, e circa 35.000 nel campo Ingegneristico e Medico-Sanitario.

Nuove tecnologie e progresso scientifico: le 12 professioni del futuro

  1. Manager della Transizione Digitale: guida il processo di digitalizzazione di imprese pubbliche e private.

  1. Salesforce Consultant: consulente Business e IT che ha l’obiettivo di trovare il modo più innovativo ed efficace per aumentare la redditività di un’azienda attraverso l’uso di Salesforce, il migliore software di CRM al mondo.

SCIENZE ECONOMICHE: SCOPRI IL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA

  1. E-Commerce Manager: crea, coordina e gestisce le attività di vendita onlinedell’azienda, definendo strategie orientate alla massimizzazione di entrate e profitti.

  1. SEO Specialist: specializzato in digital marketing e content marketing, si occupa di posizionare i contenuti onlinein cima all’elenco dei risultati sui motori di ricerca.

  2. Imprenditore della ristorazione: figura professionale emergente che crea, sviluppa e gestisce un’attività di business con una forte specializzazione nel settore dell’accoglienza, ricoprendo un ruolo centrale nella ristorazione italiana e valorizzando la cultura enogastronomica italiana.

  3. Giurista d’impresa: si occupa di tutelare gli interessi legali dell’azienda per cui svolge consulenza, orientandone le decisioni in modo da evitare ripercussioni legali ed occupandosi di eventuali contenziosi legali.

  1. Criminologo: figura professionale con competenze trasversali nel campo forense e giudiziario. Si occupa di scovare il crimine, studiarlo e dare supporto psicologico durante la detenzione e il reinserimento, nonché prevenire reati pubbliciambientali e lottare contro frodi aziendali o bancarie.

  1. Avvocato d’affari internazionale: figura professionale specializzato nei sistemi normativi del mercato internazionale, con competenze integrate in campo economico.

  1. Machine Learning Specialist: specializzato nel campo dell’Intelligenza Artificiale, sviluppa algoritmi orientati all’acquisizione di informazioni con un’attenta analisi dei dati tramite metodi matematici e computazionali.

  1. Project Manager: generalmente un ingegnere gestionale che si occupa di pianificare, avviare e concludere un progetto aziendale, con la responsabilità di monitorarne l’andamento e di condurre il proprio team verso l’obiettivo desiderato dal cliente.

TECNOLOGICO GESTIONALE: SCOPRI IL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA INDUSTRIALE

  1. Big Data Scientist: raccoglie e codifica dati strutturati e non, al fine di aiutare le aziende a guadagnare competitività.

  1. Cloud Architect: figura professionale emergente che si occupa di progettare e costruire ambienti in cloud scalabili e flessibili, offrendo una risposta positiva al cambiamento e garantendo un adattamento più rapido alle esigenze di business di un’impresa.

GREEN ECONOMY E SOSTENIBILITÀ: LE NUOVE FIGURE PROFESSIONALI

Nel corso degli anni le aziende sono diventate sempre più sensibili alle tematiche della sostenibilità e del benessere della Terra, ancor più con la possibilità di richiedere prestiti green per disegnare una nuova realtà completamente eco-friendly: si stima che il fabbisogno occupazionale delle aziende nel settore green oscillerà, entro il 2025, tra i 3,5 e i 3,8 milioni di lavoratori. Ma quali saranno le figure professionali del futuro? Scopriamolo insieme:

  1. Esperto di energia sostenibile

  2. Marketers ambientale

  3. Project manager nel settore green

  4. Figure gestionali legate ai prodotti finanziari green

  5. Project finance verde

  6. Ingegnere energetico

  1. Giurista ambientale

  2. Manager della sostenibilità

  3. Specialista in contabilità verde

  4. Esperto in fondi di investimento green

  5. Addetto commerciale per la promozione di nuovi materiali sostenibili

  6. Responsabile degli acquisti green

AMBIENTE SANITARIO: RICHIESTA IN AUMENTO

La popolazione italiana è una delle più vecchie al mondo: quasi il 20% supera i 65 anni e si stima che, entro il 2050, l’8% degli italiani avrà un’eta superiore agli 85 anni.

Ciò che preoccupa il Sistema Sanitario Italiano non è la mancanza di Medici (per cui si stima addirittura che ce ne sia un numero in esubero), bensì la carenza cronica di Infermieri: per questo motivo le Università Italiane hanno incrementato i posti messi a disposizione per le professioni paramediche, anche se la domanda supera di gran lunga l’offerta.

Inoltre, l’invecchiamento della popolazione italiana richiede sempre più assistenza domiciliare agli anziani, motivo per cui la domanda di badanti e assistenti/operatori socio-sanitari eccede addirittura quella degli infermieri. In questo caso, però, si tratta per la maggior parte di persone straniere.

Infine, la maggior parte dei medici e paramedici che operano attualmente hanno un’età pensionabile, motivo per cui molti giovani, stanchi di dover ritardare l’ingresso nel mondo del lavoro, preferiscono trasferirsi all’Estero per poter lavorare subito: non a caso i cosiddetti “cervelli in fuga” sono per la maggior parte laureati in Medicina.

La nostra consulenza orientativa è sempre gratuita: puoi contattarci compilando il nostro FORM oppure chiamando il numero verde 800598033

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

FACCIAMO CHIAREZZA SUL CLIL

Il termine CLIL è l’acronimo di Content and Language Integrated Learning: trattasi di un percorso rivolto a docenti o aspiranti tali che siano interessati a impartire lezioni sulla propria materia di

bottom of page