top of page
Cerca
  • Immagine del redattorePFL Group

CFU: COSA SONO E COME OTTENERLI?

I Crediti Formativi Universitari (CFU) sono l’unità di misura con cui si valuta il tempo necessario ad uno studente universitario per poter sostenere quella materia: ad 1 CFU corrispondono 25 ore di studio tra lezioni (online o di presenza) e tempo di apprendimento autonomo. Il calcolo è lo stesso per statali e telematiche: per una laurea triennale sono richiesti 180 CFU, per la magistrale 120 CFU e per il ciclo unico 300 CFU (5 anni) oppure 360 CFU (6 anni) nel limite di 60 CFU acquisiti per anno scolastico.

Sai che ci si può laureare in anticipo? Scopri come fare: CLICCA QUI 

Da non confondere i Crediti Formativi Universitari con gli Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA), ossia i debiti formativi attribuiti ad uno studente in fase di ammissione da assolvere entro il primo anno universitario (o comunque entro un tempo prestabilito dall’Ateneo presso cui ci si iscrive).

Altra differenza importante è quella tra i Crediti Formativi Universitari e i Crediti Formativi per Attività extra-scolastiche: in quest’ultimo caso si tratta di un punteggio attribuito in sede di scrutinio finale per ogni attività svolta dallo studente nel triennio conclusivo delle Scuole Superiori e che costituisce parte integrante del voto del diploma finale.

Il sistema dei CFU è stato introdotto per identificare in maniera omogenea il carico di lavoro previsto dalla materia in questione, permettendo così un più facile riconoscimento da un’Università all’altra purché entrambe riconosciute dal MIUR [DM 509/99]. Importante è considerare che non tutti i piani di studio sono uguali, motivo per cui si potrebbe avere un riconoscimento di CFU diverso da Ateneo ad Ateneo oppure potrebbe essere necessario integrare con attività formative aggiuntive. In quest’ultimo caso, se non vi è una corrispondenza univoca tra le votazioni viene fatta una media delle valutazioni ottenute arrotondando per eccesso.

Come funziona il riconoscimento CFU?

Le richieste di riconoscimento dei crediti universitari devono essere valutate da un’apposita Commissione Didattica. La prevalutazione è sempre gratuita e senza impegno ma in questa fase occorre presentare tutti i documenti necessari al fine di ottenere il maggiore riconoscimento possibile poiché superata questa fase non sarà più possibile integrare la documentazione presentata.

In base alle direttive del MIUR [DM 509/99], tutte le Università Italiane, sia telematiche sia statali, possono riconoscere CFU sulla base di:

  1. Conoscenze e abilità acquisite in campo informatico e linguistico.

  2. Conoscenze e abilità acquisite in attività di mobilità all’estero (tirocini o stage).

  3. Conoscenze e abilità acquisite in attività formative di livello post-secondario. Nel caso di master di I livello il riconoscimento avviene in riferimento a percorsi di laurea triennale; per i master di II livello, invece, il riconoscimento avviene in riferimento a percorsi di laurea magistrale o a ciclo unico. È importante ricordare che non vale il viceversa (percorsi di laurea triennale o magistrale non possono essere convalidati per esami relativi a master).

  4. Conoscenze e abilità acquisite in precedenti percorsi universitari, italiani o esteri, purché comprovate da idonea documentazione. In questo caso sarà sufficiente presentare un’autocertificazione attestante l’avvenuto superamento degli esami con relativi SSD (Settori Scientifico Disciplinari, codice univoco che identifica ogni materia), CFU e voto finale con data di convalida. Questa procedura è valida anche nel caso in cui si possieda già una laurea (triennale, magistrale o a ciclo unico) e si voglia ottenere un secondo titolo di livello pari o inferiore, con il vantaggio che se l’indirizzo di seconda laurea è afferente al primo, il percorso sarà decisamente più breve.

  5. Esperienze e abilità acquisite in attività lavorative e/o professionali purché inerenti al percorso di studi scelto (max 12 CFU). È possibile richiedere la valutazione nei seguenti casi:


  6. Se si è dipendente pubblico (si può richiedere la convalida dei crediti formativi sulla base dei progetti formativi predisposti dal proprio datore di lavoro e delle competenze e abilità certificate);

  7. Se si possiede la qualifica di geometra con relativa iscrizione all’Albo;

  8. Se si possiede una medaglia olimpica o paralimpica o se si possiede il titolo di campione italiano, europeo o mondiale assoluto in discipline olimpiche o paralimpiche.

È possibile ottenere CFU extra?

Così come per il riconoscimento dei CFU, sono previsti casi in cui è possibile ottenere crediti formativi extra (la procedura è identica a quella prevista per il riconoscimento dei CFU):

  1. Attività formative svolte presso Istituti di Formazione della Pubblica Amministrazione;

  2. Attività lavorative svolte presso l’Ateneo di appartenenza;

  3. Attività extracurriculari riconosciute dalla propria Università;

  4. Tirocini, Stage, Seminari, Convegni o Esercitazioni;

  5. Conoscenze e abilità acquisite in attività formative di livello post-secondario a cui abbia partecipato anche l’Università.

ATTIVITÀ DI CONSULENZA

Uniac ti offre un servizio di orientamento e assistenza dedicato: grazie ai nostri 15 tutor interni (7 didattici e 8 orientativi) verrai guidato lungo il percorso dalla pre-iscrizione al post-immatricolazione e ottenimento titolo. Offriamo 5 facoltà e 60 percorsi di laurea (tra I e II livello) tutti riconosciuti dal MIUR. Dai un’occhiata ai nostri CORSI DI LAUREA TRIENNALECORSI DI LAUREA MAGISTRALE e chiedi una valutazione gratuita del tuo pregresso formativo e professionale: contattaci al numero verde 800 598 033 oppure compila il FORM sul nostro sito.

13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

FACCIAMO CHIAREZZA SUL CLIL

Il termine CLIL è l’acronimo di Content and Language Integrated Learning: trattasi di un percorso rivolto a docenti o aspiranti tali che siano interessati a impartire lezioni sulla propria materia di

Comments


bottom of page